Prima Pagina>Sport>Mondiali: ai nostri nipoti tifosi racconteremo un’impresa storica
Sport

Mondiali: ai nostri nipoti tifosi racconteremo un’impresa storica

La straordinaria impresa sfiorata dall’Iran

Ai suoi nipoti potrà raccontare che parò un calcio di rigore a CR7. Il rigore parato dal portiere della nazionale iraniana Beiranvand passerà sicuramente alla storia del calcio di tutti i tempi. Sono infatti pochi gli estremi difensori che hanno parato il tiro dagli undici metri ad uno del calciatori più forti di sempre. Cristiano Ronaldo ha vinto ben cinque Champions League da protagionista oltre ad un campionato d’Europa. Non contiamo i campionati nazionali vinti, perché l’impresa del portiere iraniano passerà alla storia. Infatti è davvero difficile ricordare i penalties sbagliati dal fuoriclasse portoghese. Come se non bastasse, l’Iran ai minuti di recupero ha avuto il march point per eliminare i lusitani, sbagliato per pochi centimetri. Altrimenti parleremmo di una vera e propria impresa. I ricordi tornano a quarant’anni fa, mondiali di Argentina 1978, quando alla modesta Tunisia non fu concesso un sacrosanto rigore che avrebbe eliminato una delle pretendenti al trono, Germania o Polonia. Ancora una volta questi mondiali mettono in risalto il ruolo delle squadre “proletarie” nei confronti di quelle dai calciatori che tra ingaggi e sponsor si accaparrano decine di milioni di euro. L’Iran integralista che tanto ci fa preoccupare, anche calcisticamente, può rappresentare un autentico “pericolo”.

 

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *