Prima Pagina>Sport>Motonautica Schepici tenta record a Messina
Sport

Motonautica Schepici tenta record a Messina

Il count-down ormai è iniziato, per Maurizio Schepici e Giampaolo Montavoci: siamo parlando del record mondiale Uim di motonautica. Coprire le 70 miglia in meno di un’ora fra lo Stretto e le Eolie, nel tragitto Messina-Vulcano-Messina. In base al meteo, tra il 28 ed il 30 agosto, i due piloti (insieme al copilota Giampaolo Montavoci), avranno a disposizione tre tentativi per migliorare il primato nella categoria

Advertisements
Pleasure Navigation della federazione mondiale UIM.

Advertisements

Tenteranno di farlo con l’imbarcazione costruita nei cantieri Metamarine (struttura in kevlar, pvc espanso ed ancora kevlar, circa 7.000 kg. per 14,60 metri, monta due motori Seatek biturbo diesel da 10.300 di cilindrata l’uno con uno sviluppo di circa 950 cavalli) a Messina da lunedì prossimo (sarà esposta alla Nautica Femminò, che offrirà l’assistenza logistica all’equipaggio). Maurizio Schepici, su Tommy One, non è nuovo a imprese da record e per questo la città di Messina e la UIM si aspettano una grande performance sia in acqua che fuori. “La Sicilia è il luogo ideale per affermare i valori della nostra Istituzione e dei nostri piloti internazionali e Maurizio Schepici nella sua terra natale farà il possibile per ottenere un nuovo record del mondo di specialità. Mi aspetto una grande risposta a livello organizzativo per accompagnare Maurizio in questa impresa” ha detto Raffaele Chiulli, presidente UIM. Maurizio Schepici, che è di Messina, in carriera ha già vinto il Campionato del Mondo Endurance Gruppo B ed è vicecampione nel Gruppo A. “Sono venuto a Messina – dice – perché voglio regalare alla mia gente un record del mondo UIM. Non vedo l’ora di scendere in acqua ed affermare il valore dei piloti italiani in campo internazionale e proprio per questo vicino a me ci sarà un grande campione come Giampaolo Montavoci con il quale ho condiviso altre imprese in mare”. Giampaolo Montavoci vanta anche lui diversi titoli italiani e una lunga militanza nel campionato mondiale Class 1.

Il programma – Giovedì 27 le verifiche tecniche e amministrative, cui seguiranno il briefing dei piloti con il salvamento e l’assistenza. Venerdì 28, dalle 09.30, sarà possibile scendere in mare ed attendere le condizioni ideali che potranno permettere il tentativo di record.Fonte www.repubblica.it

Rispondi