Prima Pagina>Sport>Nuotatore ferito: trovata una pistola vicino al pub. Forse l’obiettivo era la fidanzata
Sport

Nuotatore ferito: trovata una pistola vicino al pub. Forse l’obiettivo era la fidanzata

Possibile svolta nelle indagini sul ferimento di Manuel Bortuzzo. Una pistola è stata trovata nei pressi del pub di piazza Eschilo all’Axa a Roma, dove sabato notte la giovane promessa del nuoto, è stato gravemente ferito a colpi di arma da fuoco. La polizia sta indagando e gli esami chiariranno con certezza se si tratta dell’arma utilizzata per sparare al giovane. Intanto, secondo quanto scrive la Stampa, la Squadra Mobile della polizia di stato, coordinata dalla procura di Roma, sta lavorando a una nuova ipotesi : forse il vero obiettivo dei due uomini che hanno sparato potrebbe essere la fidanzata del nuotatore. Per questo motivo nelle scorse ore gli investigatori hanno ascoltato per quattro volte la giovane, anche lei nuotatrice delle Fiamme Gialle, cercando un collegamento con i possibili sospettati.

Martina “salva” per miracolo

Uno dei tre colpi sparati contro Manuel ha sfiorato la sua fidanzata Martina, che, secondo gli investigatori è salva per miracolo”. Gli altri due colpi di pistola hanno raggiunto Manuel, che probabilmente perderà l’uso delle gambe a causa di una “lesione midollare completa”. Al centro delle ultime indagini c’è adesso anche la relazione precedente della ragazza. Si ipotizza, pertanto, che il movente possa essere stato la gelosia. L’ex fidanzato di Martina, però, ha un alibi di ferro, perché quella sera si trovava a Napoli. Le prime ipotesi, favorite anche dai genitori del ragazzo, facevano riferimento ad uno scambio di persona. I due sicari hanno sparato ad una ventina di metri di distanza ai ragazzi che in quel momento erano girati di spalle e stavano prendendo un pacco di sigarette da un distributore. Non potevano essere riconosciuti perché erano incappucciati.

Il quartiere dove è avvenuta la sparatoria

E quando si parla del luogo dove è avvenuta la sparatoria non bisogna pensare all’Axa-Casal Palocco, quartiere a sud della Capitale dove, ma alla vicina Acilia dove sono presenti diversi gruppi criminali. Perché, è convinzione degli inquirenti, i colpevoli sono da ricercare tra i componenti della “batteria di Acilia”, criminali comuni che vanno avanti a rapine e spaccio di droga». Nel quartiere residenziale dove ha avuto luogo la sparatoria, ma anche nella cittadina limitrofa dove abita la ragazza, c’è grande preoccupazione per l’accaduto “Non possiamo escludere che chi ha sparato volesse uccidere entrambi”, ha spiegato a La Stampa un investigatore che ha aggiunto: “Al momento la pista principale resta quella dello scambio di persona, ma stiamo lavorando anche su eventuali rapporti che la ragazzina potrebbe aver avuto, magari inconsapevolmente, con persone legate alla criminalità del posto”.

“Manuel non potrà più camminare”

lntanto dall’ospedale dove è ricoverato non arrivano buone notizie. Manuel Bortuzzo non potrà più camminare a causa di “una lesione midollare completa”. Questo purtroppo vuol dire che al momento consideriamo che non possa esserci una ripresa funzionale del movimento delle gambe”, ha detto il professore Alberto Delitala, direttore del Dipartimento di Neuroscienze del San Camillo di Roma. “La possibilità di riacquisto del movimento delle gambe con le conoscenze mediche attuali non è possibile” ha aggiunto il medico. Manuel presenterebbe una “completa immobilità degli arti inferiori”. La famiglia del ragazzo è già al corrente della situazione. “Il padre è stato informato fin dal primo momento del forte rischio che il midollo potesse essere danneggiato” ha spiegato Delitala.

 

Rispondi