Prima Pagina>Sport>Pazzesca Dinamo: va sotto, si rialza, rimonta e manda ko Milano. Finale scudetto ad un passo
Sport

Pazzesca Dinamo: va sotto, si rialza, rimonta e manda ko Milano. Finale scudetto ad un passo

E’ una Dinamo pazzesca. Come Duncan MacLeod in Higlander. Sente inizialmente il peso della stanchezza, subisce l’aggressività dell’Olimpia Milano che sporca la partita va sotto di 14 ma poi nel momento del bisogno si risolleva inizia  amacinare gioco aggancia Milano sul 95 pari a fil di sirena e all’overtime prende letteralmente a schiaffi la squadra di Pianigiani trionfando per 101-112 e portandosi avanti 2-0 nella serie e vedendo lo striscione di arrivo della finale scudetto. Non ci sono più aggettivi per definire i giganti biancoblù una squadra da ammirare e basta e godersi lo spettacolo come dice il suo condottiero Pozzecco.

L’eroe della serata è Polonara (29 punti). I lunghi di Sassari banchettano a rimbalzo (58 a 38); inoltre arrivano ben 37 tiri liberi per gli ospiti (contro gli appena 22 dei padroni di casa). Nemmeno una prova maiuscola di James (32 punti con 8 triple, pareggiato il record di Belinelli in una semifinale) e il solito Micov (21) sono linfa per Milano, uscita tra le contestazioni del Forum. E con un piede già all’inferno, verso un&rsquoestate che si preannuncia rovente.

Equilibrio nel primo quarto

Micov apre le danze al primo possesso e conduce l’attacco delle scarpette rosse nel primo quarto firmando ben 11 dei 21 punti di Milano. I biancoblu si affidano a Jack Cooley che ingaggia un’autentica guerra sotto canestro con Tarczewski (10 pt) e si tiene in scia con Carter e Polonara: i primi 10 minuti di gioco si chiudono sul 21-20 per i milanesi.

L’Olimpia prova lo strappo

Thomas si iscrive a referto aprendo la seconda frazione, Milano prende vantaggio con Burns e due triple di James. Grazie a una grande difesa i giganti trovano soluzioni in transizione con Polonara e Spissu, i milanesi con Burns e ancora con James dall’arco si riportano avanti di 10 lunghezze. La difesa biancoblu si chiude, Cooley, Pierre e Gentile non ci stanno, porta la loro firma il parziale di 8-0 che tiene il Banco a contatto. Nell’ultimo minuto è il botta e risposta dai 6.75 con Gentile e Polonara da una parte e Nedovic e James dall’altra a siglare prima il sorpasso biancoblu e poi il controsorpasso Olimpia, per andare negli spogliatoi 53-52.

L’Armani scappa

Nella ripresa è ancora Micov ad aprire, Thomas recupera palla e la serve a Pierre per il contropiede che vale il pareggio, la difesa biancoblu non riesce a contenere l’energia dei milanesi, Micov da fuori e da sotto incrementa per il +9. Thomas dalla lunetta e Pierre interrompono l’inerzia avversaria, le triple di Nedovic e Nunnally accrescono il divario, Thomas e Carter cercano di capitalizzare dalla lunetta, James infila la sesta bomba, Pierre conclude bene da sotto, al 30° il vantaggio Olimpia è in doppia cifra (81-71).

La rimonta

Negli ultimi 10’ di gioco è lotta a suon di bombe, Polonara, Thomas e Spissu rispondono a James per il -5.  I giganti non mollano, Spissu porta i suoi a un solo possesso, James sgancia l’ottava bomba (su 10), Polonara stoppa Nunnally e recupera una palla che però non trova la conclusione. I biancoblu faticano a trovare il canestro, ma ci pensa Polonara a firmare il -3, 95-92. James, fino a quel momento impeccabile combian un disastro, Poz chiama time out e alla riprsa Pierre spara la tripla del 95 pari quando mancano 9”. James non approfitta del possesso e perde palla, l’ultimo tocco è di Gentile, la rimessa è ancora per Milano che nei 2” rimanenti non trova la conclusione e si va all’overtime.

Una sola squadra in campo

Il Banco apre il supplementare con un break di 0-7 condotto da Pierre e Polonara, Pianigiani chiama i suoi, l’offensiva biancoblu è inarrestabile e il vantaggio sale ancora con Polonara, Thomas e una bomba di Spissu per lo 0-14. I viaggi in lunetta scrivono il punteggio finale: al Mediolanum Forum si chiude 101-112 per il 2-0. La Dinamo esce tra gli applausi Milano trai fischi. Domenica la serie si sposterà in Sardegna per gara 3 al Palaserradimigni con la sfida che vale il match point della serie.

A|X Armani Exchange Milano – Dinamo Banco di Sardegna Parziali: 21-20; 32-32; 28-19; 14-24; OT 6-17
Progressivi:  21-20; 53-52; 81-71; 95-95; OT 101-112

A|X Armani Exchange Milano: James, Micov , Musumeci , Fontecchio , Tarczewski , Nedovic , Kuzminskas , Cinciarini , Nunnally , Burns , Brooks , Della Valle . All. Simone Pianigiani

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu, Smith , McGee, Carter, Devecchi, Magro, Pierre , Gentile , Thomas , Polonara , Diop , Cooley . All. Gianmarco Pozzecco

Rispondi