Prima Pagina>Sport>Torino il positivo non era convocato con la Fiorentina
Sport

Torino il positivo non era convocato con la Fiorentina

La conferma della notizia che a Torino era iniziata a circolare nella notte è arrivata alle 10,25 di martedì mattina: il Covid-19 non lascia in pace il Toro che adesso conta nel proprio gruppo il quinto caso di positività successivo al lockdown. A confermarlo è stato il comunicato ufficiale pubblicato sul sito del club granata: “Il Torino Football Club comunica che in seguito ai tamponi di routine

Advertisements
– svolti come da protocollo anti-Covid richiesto dalla Figc – è stato riscontrato un caso di positività in un calciatore della prima squadra che non rientrava nella lista dei convocati per la partita di sabato scorso a Firenze. Il tesserato in questione, asintomatico, è già in isolamento fiduciario sotto la supervisione dello staff medico granata: il Torino FC seguirà tutto l’iter previsto dal Protocollo”. La doccia fredda è giunta nella tarda serata di lunedì: tutto il gruppo si è sottoposto ai tamponi di rito e nel frattempo è stata annullata in extremis la doppia seduta di allenamento che il tecnico Marco Giampaolo aveva programmato per oggi.
A questo punto, dunque, si seguirà il protocollo della Federcalcio che prevede la quarantena per il giocatore risultato positivo, con la squadra in ritiro chiamata a fare due tamponi in 48 ore; il ritiro cesserà soltanto nel momento in cui ciascun componente risulti negativo a tutti i tamponi effettuati.
Intanto, il fatto che il giocatore non comparisse nella lista dei convocati per il debutto di campionato disputato sabato scorso a Firenze fa dormire sonni tranquilli alla Fiorentina. Ma lo stesso giocatore – di cui la società non comunica il nominativo per ragioni di privacy – ieri pomeriggio si era allenato al Filadelfia e quindi stamattina è iniziata l’opera di sanificazione dello stadio che ospita gli allenamenti granata. Il Torino oggi non si allenerà, mentre se al prossimo tampone non risulteranno ulteriori positività, potrà tornare a lavorare sul campo ma soltanto in forma individuale. Per ricominciare le sedute regolari bisognerà invece attendere l’esito degli esami successivi in programma venerdì. Ossia il giorno prima della partita di campionato contro l’Atalanta.

Advertisements

Fonte www.repubblica.it

Rispondi