Prima Pagina>Sport>Tortu è il nuovo Mennea: “Superare la leggenda sarebbe eccezionale”
Sport

Tortu è il nuovo Mennea: “Superare la leggenda sarebbe eccezionale”

L’atleta 19enne delle Fiamme Gialle ha fatto registrare 10”03 sui 100 metri a Savona: a un passo dal record storico del mito che nel 1979 a Città del Messico corse in 10”01. Ma il tempo del giovane lombardo è già il migliore a livello del mare

Milano – Quasi come Mennea, a due centesimi di distanza. Filippo Tortu è il nuovo astro nascente dell’atletica italiana. Ieri ha corso i 100 metri in 10”03 segnando il proprio nome subito dopo quello del recordman Pietro Mennea che nel 1979 a Città del Messico fece registrare lo storico 10”01. Il velocista 19enne ha stabilito il primato personale nel meeting di Savona, dove l’altro promettente atleta nazionale Marcell Jacobs ha chiuso a 10”08.

Solo il francese Jimmy Vicaut, con i 10”00 di domenica scorsa a Grenoble, ha saputo far meglio. Ma Tortu ha già dimostrato di avere mezzi notevolissimi e di essere in crescita.

Già in batteria il ragazzo lombardo di origini sarde si era segnalato con un notevole 10”09 pur inciampando alla partenza. Poi nella finale il tempo eccezionale che, va detto, è il migliore di sempre per un italiano a livello del mare: il record di Mennea fu infatti stabilito sui 2200 metri di altitudine della capitale messicana. L’atleta che corre per le Fiamme Gialle promette ora nuove imprese. “Andare sotto i 10? È l’obiettivo l’obiettivo di ogni ragazzino che fa questo sport, abbattere il muro. Sarebbe fantastico. Farlo superando un mito come Mennea sarebbe ancora più eccezionale”, ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport.

 

 

Rispondi