Prima Pagina>Tecnologia>Da Google 10 milioni di euro per le ong italiane
Tecnologia

Da Google 10 milioni di euro per le ong italiane

 

Manca poco meno di un mese alla chiusura delle candidature per la Google.org Impact Challenge sulla Sicurezza, il fondo da 10 milioni di euro creato da Google.org per sostenere le ong europee che lavorano sui problemi legati all’odio, all’estremismo e alla sicurezza dei minori, sia online che offline. Supportando progetti sia nuovi sia già esistenti, l’obiettivo dell’iniziativa realizzata con ISD e Ashoka è di promuovere progetti e iniziative contro l’odio e l’estremismo e di aiutare i giovani a diventare cittadini digitali consapevoli.

Le organizzazioni interessate possono inviare le loro proposte già da ora e sino al 28 giugno 2019. Possono partecipare organizzazioni non profit, enti pubblici o privati accademici o di ricerca oppure imprese sociali a scopo di lucro con progetti di beneficenza.

Una giuria di esperti formata tra gli altri da Laura Boldrini, Parlamentare e già Presidente della Camera, Anna Sienicka, Vice Presidente Techsoup Europe, Helle Thorning Schmidt, CEO uscente di Save the Children, Renske van der Veer, direttrice dell’International Centre for Counter Terrorism olandese, Thomas Krüger, presidente della Federal Agency for Civic Education della Germania, valuterà le candidature assegnando ad ogni beneficiario selezionato un grant tra i 50.000€ e 1.000.000 €, oltre a ricevere assistenza da Google.

Per discutere insieme di sicurezza online e lotta all’incitamento all’odio il 18 giugno a Milano Google.org ha ogranizzato un evento in cui approfondire i temi della Challenge e al tempo stesso Insieme a rappresentanti di ISD e Ashoka fornire eventuali chiarimenti sulle linee guida per inviare la propria candidatura alla Challenge. È possibile iscriversi qui.

A seguire in collaborazione con TechSoup un workshop di approfondimento su Google per il No Profit, il programma che consente a organizzazioni qualificate di accedere alle versioni gratuite di alcuni prodotti Google a pagamento e a funzioni speciali appositamente pensate per gli enti non profit. Questi strumenti possono aiutare le organizzazioni non profit a trovare nuovi donatori e volontari, a lavorare in modo più efficiente e a invitare i sostenitori a intraprendere azioni. Nel corso del workshop sarà possibile approfondire alcuni dei prodotti parte del programma tra cui le Google Apps, Google Ad Grants, YouTube Premium.


Per l’agenda della giornata clicca qui.

Fonte

 

 

https://blogcq24.net/

Il Network dei Blogger indipendenti seguici su Telegram

Rispondi