Come molti avevano previsto, dopo l’acquisto da parte del fondatore di facebook Mark Zuckerberg di whatsapp e instagram, nel prossimo futuro queste tre app saranno collegate e buona pace alle dichiarazione iniziali che dicevano tutto il contrario

“Ha toccato” diceva Tito Stagno con impeto nella diretta Rai dell’allunaggio. Presto anche WhatsApp, Instagram e Facebook si toccheranno tra di loro con la funzione Linked Accounts. Funzione che sarà inserita sull’app dei messaggi e permetterà di correlare alla stessa anche gli altri account social di proprietà di Zuckerberg. Con l’unica proprietà al totale controllo di tutto c’era da aspettarselo prima o poi, ora finalmente il gruppo Facebook sta cercando di collegare tra loro più strettamente le tre applicazioni. Ma di cosa si tratta precisamente? Linked Accounts è un’opzione che permette di collegare gli account di altre applicazioni e che al momento prevede solo il collegamento con Instagram e Facebook.

 

facebook instagram whatsapp

 

Progettata per la versione Business dell’app, ora potrebbe approdare anche per gli account normali per facilitare il recupero di password perse o consentire la condivisione automatica dello stato tra le applicazioni a marchio Facebook. Sta lavorando molto WhatsApp sul prossimo aggiornamento, e quella che vi abbiamo appena descritto potrebbe non essere l’unica novità presente nel prossimo update.

 

instagram whatsapp

 

Tra le novità c’è infatti anche Silent Mode, una funzione sostanzialmente già presente nelle impostazioni di default, con il nuovo aggiornamento però le chat silenziate non andranno più a generare il notification dot sull’icona dell’applicazione, riuscirete quindi ad evitare di scomodarvi per controllare di che messaggio si tratta. Invece la Vacation Mode è una funzione che archivia le chat e le tiene nascoste (notifiche comprese) anche se arrivano nuovi messaggi. Con questa funzione, le chat archiviate resteranno silenziose anche all’arrivo di nuovi messaggi senza alcuna notifica a infastidirci.

Fonte investireoggi.it

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *