Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Non gettare sugli altri la tua responsabilità; è questo che ti mantiene infelice. Assumiti la piena responsabilità. Ricorda sempre: io sono responsabile della mia vita. Nessun altro è responsabile; pertanto, se sono infelice, devo scrutare nella mia consapevolezza: qualcosa in me non va, ecco perché creo infelicità tutt’intorno a me – OshoOsho

Sorprendente Montenegro, tutto da scoprire

di Redazione Turismo
L'ultima frontiera turistica e balneare, in un’Europa poco conosciuta ma ricca di storia, tradizioni e bellezze naturali da togliere il fiato
Bocche di Cattaro
Bocche di Cattaro

E’ l’ultimo Paese d’Europa ad aver conseguito l’indipendenza (2006) ed è grande come il nostro Trentino Alto Adige e conta solo 650mila abitanti: è il Montenegro, stretto tra Croazia, Bosnia, Serbia, Kosovo, Albania e l’ Adriatico, mare sul  quale disegna alcuni dei paesaggi più spettacolari del Mare Nostrum.

Sveti Stefan

A nord le Bocche di Cattaro/Kotor formano la più profonda insenatura della costa dalmata, un vero intricato fiordo di elevato valore paesaggistico, dove pareti a strapiombo si elevano dalle acque del mare di un azzurro metallico e diventano sempre più alte man mano che si procede all’interno, fino a raggiungere i recessi nascosti della baia finale dove si trova Kotor, labirinto di vicoli e di eleganti palazzi e chiese veneziane.

Sempre sulla costa più a sud Budva e Sveti Stefan (foto sopra) , luoghi d’incanto e da cartolina frequentati dai vip di tutto il mondo per uno dei resort più esclusivi del mondo. A sud Petrovac, antico insediamento romano su una spiaggia di sabbia rossa oppure Ulcini (nella foto sotto) con un lido sabbioso lungo ben 12 km, antico covo di pirati, mercato di schiavi e disseminata di moschee, minareti, bazar e chioschi.

Gran parte del Montenegro è coperto da montagne che raggiungono il 2500 metri e solcati da canyon imponenti, con quattro parchi nazionali ancora abitati da orsi e lupi.

Ulcini

Infine il lago di Scutari, il maggiore dei Balcani, ricco di volatili che non si incontrano altrove come cormorano pigmeo o pellicano riccio; in mezzo una serie di cale e spiaggette  affacciate su un mare cobalto che fanno sognare, villaggi di pescatori incastonati tra sabbia e roccia, antiche città cinte da mura aggrappate alla roccia, con alle spalle uno sfondo di montagne imponenti.

Canyon in Montenegro

All’interno meritano un viaggio il parco nazionale di Durmitor, sito Unesco, con i suoi canyon e i laghi glaciali e le spettacolari Gole del Tara, con pareti alte fino a 1300 m, dove fare un rafting adrenalinico. E i mesi primaverili sono l’ideale per godere di questi luoghi magnifici dove tra l’altro il soggiorno è alla portata di tutte le tasche. 

Per maggiori informazioni: www.ilpiccolotiglio.com

A.d.