Prima Pagina>Turismo>1967: a Chamois si inaugura il primo altiporto italiano. Grande festa per i 50 anni
Turismo

1967: a Chamois si inaugura il primo altiporto italiano. Grande festa per i 50 anni

Questo Comune è stato, per anni, la sede estiva dell’attrice Cathérine Spaak. La ricordano, con simpatia, i residenti colpiti dalla semplicità e affabilità dell’attrice. Da tempo non abita più in paese con grande rammarico degli abitanti

CHAMOIS – Accoglienza estiva ‘glamour’ per i turisti, a Chamois, ‘bijoux’ della valle del Cervino. Gli eventi in programma aumentaranno il fascino di una vacanza che, di per sè, lo è comunque considerata l’unicità di questo Comune, a 1.815 metri di altitudine, con 100 abitanti, quadruplicati in estate e con strade percorse solo da mezzi ecologici.

  Il sindaco Remo Ducly ha idee molto chiare: “La valorizzazione della montagna e del lago di Lod a duemila metri passano attraverso una serie di iniziative realizzate dopo uno studio approfondito – dice -. Il rilancio dell’uso delle biciclette e, quindi, di una sentieristica più accurata costituiscono un aspetto fondamentale della nostra ospitalità”.

 L’escursione al lago di Lod, sotto lo ‘sguardo’ della Gran Becca, diventerà una mèta ambita non solo per gli appassionati di camminate importanti, ma per chi ama la pesca in un ambiente quasi incontaminato.

  “Stiamo apportando notevoli migliorie all’area pique-nique – anticipa il sindaco -.L’obiettivo pone al centro l’avvio di una nuova e incentivante stagione della pesca. Una disciplina in cui primeggeranno gare di una certa importanza. Abbiamo aumentato l’acqua a riciclo, diminuendo, in termini consistenti, la presenza di alghe.”

  Novità che, ora, attendono dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta, proprietarie delle acque, il permesso all’utilizzo da parte del Comune. Un ‘ok’ che aprirebbe ad un’estate felice per gli amanti della pesca alpina, caratterizzata dalla presenza di una quantità considerevole di trote fario, specie molto frequente in questa area acquatica della Valle.

 “Stiamo preparando nuove attività che, nell’immediato, riportano all’utilizzo della bicicletta, la ‘due ruote’ ecologica con cui è possibile conoscere, al meglio, il nostro territorio“, ricorda Remo Ducly, entusiasta di annunciare l’impiego di guide della natura, per accompagnare i villeggianti in un’oasi in cui i suoni e i profumi della natura risultano autentici e coinvolgenti.

  Eventi consolidati e innovativi attendono il gradimento e gli applausi dei ‘vacanzieri’ attratti dall’ambiente, non soltanto naturalistico. A Laura Lanterna assessore con delega al Turismo, il piacere di anticipare alcune delle manifestazioni dell’estate 2018.

  “Il 30 giugno – sottolinea – festeggeremo, in grande stile, il 50esimo anniversario dell’apertura dell’altiporto, con un raduno di aerei biposto, dai colori sgargianti, ‘polo’ di attrazione di piloti e di appassionati del volo. Per questa festa allestiremo un  mercatino di specialità enogastronomiche valdostane e la classica ‘polentata’ offerta, nell’area dell’altiporto, dalla Pro Loco di Chamois.”.

 ‘Kermesse’ ideale per inaugurare lo stemma e il logo dedicati all’altiporto, struttura fondamentale per raggiungere questa località, la più alta d’Europa, in cui si arriva in teleferica, con tanto di posteggio auto nel Comune sottostante di Antey Saint André. I due simboli troneggeranno sullo chalet di questo ‘aeroporto’ di alta montagna.

 Allegria e musica nell’estate di Chamois. Visto il successo, gli amministratori ripropongono ‘Chamois-ic’, simpatico ‘mélange’ che racchiude ‘Chamois e Music’.

  “Siamo all’ottava edizione dello spettacolo – sottolinea l’assessore Lanterna – la cui denominazione si riallaccia allo slogan ‘Altra musica in Alta quota’, festival di Jazz di ricerca e di musica elettronicaTre giorni in cui si alterneranno musicisti locali, nazionali e provenienti da vari paesi esteri”.

  Un benvenuto particolare al ritorno di ‘Cervino Mountain Festival’, rassegna realizzata in collaborazione con i Comuni di Valtournenche e di Breuil Cervinia. “Proietteremo le pellicole vincitrici dei Festival Nazionali di films dedicati alla montagna, dal 6 al 10 agosto. Il giorno dopo, la serata conclusiva con proclamazione del film vincitore, a Valtournenche”, informa Laura Lanterna. Che riserva un’altra ‘primizia’ estiva: “Attività di maneggio, gonfiabili per i bambini e ‘promenades’ con biciclette elettriche in affitto”, conclude.

   

  

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *