Prima Pagina>Cultura>Gela da rilanciare: un team qualificato per promuovere l’intera città
Cultura Turismo

Gela da rilanciare: un team qualificato per promuovere l’intera città

Tre anni per (ri)lanciare Gela. Nove persone formate per condurre un percorso di riqualificazione culturale, ambientale e sociale concreto. Un sito web per diffondere la storia e la bellezza della città nel mondo che sarà online dal 29 maggio

Tre anni per (ri)lanciare Gela. Nove persone formate per condurre un percorso di riqualificazione culturale, ambientale e sociale concreto. Un sito web per diffondere la storia e la bellezza della citta’ nel mondo che sara’ online a partire dal 29 maggio. E’ ‘Il progetto Gela: ‘Le Radici del Futuro’, che ha come obiettivo la riqualificazione urbana a partire da quello che la citta’ offre di tanto grandioso quanto inesplorato.

Protagonisti? Gela e i suoi abitanti: enti, scuole, associazioni, studenti, giovani, anziani e professionisti si mettono in gioco per promuovere l’immagine della citta’. Poi un piano di comunicazione web e social contribuira’ a diffonderla a livello nazionale e internazionale. L’idea nasce dal lavoro di ricerca e sviluppo culturale di Jacopo Fo e Bruno Patierno per Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide). 

Il progetto e’ realizzato con il sostegno di Eni e patrocinato dal comune di Gela. “In una citta’ come Gela che ha sofferto di grossi problemi ambientali e sociali ci sono risorse umane che hanno bisogno di essere valorizzate e connesse”, spiega Jacopo Fo, “il metodo utilizzato per disegnare una nuova mappa delle opportunita’, destinata al rilancio della citta’. “Abbiamo organizzato una serie di realta’ gia’ esistenti mettendole in relazione e offrendo la nostra esperienza nella comunicazione al servizio di quello che i gelesi desiderano fare di se’ stessi e della loro citta’. La nostra filosofia e’ quella che io chiamo di minima resistenza, che significa iniziare da cio’ che e’ facile fare: piccole azioni, risultato immediato, effetto stupefacente”

I lavori sono gia’ iniziati e proseguiranno fino al 2020, il tempo necessario perche’ un approccio professionale allo sviluppo di attivita’ artistiche e culturali possa attecchire per poi proseguire in modo autonomo. Un gruppo di nove giovani gelesi e’ stato selezionato da Jacopo Fo srl e formato professionalmente dal suo team per insegnare a costruire una mappa delle opportunita’ artistiche, culturali, naturalistiche, artigianali e alimentari della città, nonché promuoverla a livello nazionale e internazionale grazie a un sito web dedicato e a una strategia di comunicazione social e digital strutturata. Il sito www.gelaleradicidelfuturo.it in italiano e in inglese sara’ on line da martedi’ 29 maggio. 

Tra gli obiettivi del progetto c’e’ anche la promozione del turismo attraverso la valorizzazione di una storia ricca di 2700 anni e la ricerca di nuovi stimoli economici. Tra le attivita’ di promozione sociale e culturale, i programmi di alternanza scuola-lavoro per coinvolgere gli studenti e progetti contro l’abbandono scolastico, nonche’ di prevenzione al bullismo e alle dipendenze.

Ma non solo. Il 9 giugno è la festa dei cento blog per Gela che vede protagonisti gli istituti superiori della citta’ e i 530 studenti che vi hanno aderito. In programma anche spettacoli teatrali e lezioni di teatro aperte a tutti: il prossimo appuntamento e’ per sabato 26 maggio alle ore 15 al teatro Eschilo con Jacopo Fo per una lezione di teatro ad attori professionisti ed aspiranti attori della citta’.

Il 27 maggio alle 18.30 l’inaugurazione del Giardino delle Meraviglie con Gela in miniatura in via Salonicco.

Il 21 giugno la festa del solstizio d’estate al sito della Pietra Calendario per uno spettacolo mozzafiato. In cantiere anche la produzione di una web serie destinata ai media e ai festival internazionali. La regia e’ affidata a Iacopo Patierno, regista anche di ‘Il Teatro fa bene’, premiata nel 2017 come migliore web serie non-fiction ai festival di Hollywood, Miami e Roma.

Per il sindaco Domenico Messinese si tratta di aprire “uno scrigno magico che fino ad oggi e’ rimasto chiuso al mondo”. “Un nuovo disegno complessivo dell’organizzazione economica, sociale e fisica della citta’ e di una sua trasformazione gia’ in atto e’ possibile”, sottolinea l’assessore alle Politiche ambientali e di Sviluppo economico del Territorio, Simone Siciliano, “grazie anche al potenziamento dell’attrattivita’ turistica e al supporto alla nascita di nuove realta’ imprenditoriali, che il progetto sara’ in grado di sviluppare, realizzando un processo di valorizzazione che duri nel tempo”.

Per Alessandra Ascia, presidente del Consiglio comunale, “e’ un progetto innovativo che vuole migliorare la percezione e l’immagine che si ha all’esterno della nostra citta'”. 

“Oggi Gela si conferma una realta’ che guarda al futuro per diventare un modello di sviluppo territoriale sostenibile e virtuoso a livello italiano ed europeo”, dice Luigi Ciarrocchi, responsabile programma Gela di Eni, che aggiunge: “Con la firma del Protocollo del 2014 Eni si e’ impegnata a investire 2,2 miliardi di euro per iniziative e progetti industriali, di cui attualmente ne sono stati spesi piu’ di 750 milioni”.

Ma l’impegno di Eni “e’ andato oltre quanto previsto nel Protocollo e sono state avviate iniziative nel campo dell’educazione, della scuola e per lo sviluppo sociale e culturale della citta’. Questo straordinario progetto di cui siamo promotori, nasce dal dialogo continuo ed efficace con gli stakeholder, le istituzioni e con una comunita’ locale propositiva e ricca di idee e rappresenta un passo fondamentale per il rilancio di un territorio in cui abbiamo dimostrato concretamente che impresa e territorio possono andare d’accordo”.
 

Rispondi