Il tempo favorevole sta dando un impulso positivo al settore e almeno tre camere su quattro sono prenotate. Le città d’arte sono le più visitate

Un primo maggio da remuntada per il turismo. Il bel tempo imprime una netta accelerazione alla domanda turistica, e per il prossimo ponte di primavera – l’ultimo della stagione – risulta prenotato l’80% delle camere disponibili online. È quanto emerge dall’aggiornamento al 27 aprile del monitoraggio dell’Offerta Ricettiva Nazionale disponibile online condotto da Cst per Assoturismo sui principali portali del web. La buona performance è dovuta soprattutto al meteo favorevole, che ha permesso di recuperare, nell’ultima settimana, l’8% di prenotazioni: al 20 aprile, infatti, era stato riservato solo il 72% delle stanze.

La domanda turistica è cresciuta in modo molto importante in molte aree del Paese, con valori percentuali più alti in alcune aree del Nord Est; positivi anche i valori del Centro Italia che vedono crescere la percentuale di occupazione di Toscana e Lazio ma anche Umbria e Marche.

Dal monitoraggio emerge un consolidarsi dell’appeal delle città d’arte, piccole e grandi, ma si rileva anche l’apertura della stagione delle principali località balneari.  A farla da padrone sono le città d’arte, soprattutto – ma non solo – le più grandi: a Firenze, Roma, Trieste, Napoli, Venezia, Assisi e Matera si rileva un tasso di occupazione delle camere superiore al 90%. Interessante anche la crescita delle percentuali di occupazione in alcune località balneari (Sorrento, Ischia, Capri, Jesolo).

Liguria e Toscana sono anche le regioni che registrano le percentuali più elevate di camere già riservate, con un tasso di occupazione rispettivamente del 94% e del 91%, oltre 10 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale. Seguono, nella classifica delle regioni più prenotate, Veneto Umbria e Lazio (tutte e 3 sul 90%).

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *