Prima Pagina>Turismo>Quaranta volte di Fiori a Mirano
Turismo

Quaranta volte di Fiori a Mirano

Mercoledì 25 aprile la città del Veneziano ospiterà una delle rassegne regionali del settore più conosciute. Tema di quest’anno sarà la Rosa

E sono quaranta. Fiori a Mirano tornerà mercoledì 25 aprile nel centro storico della città veneziana ed è una manifestazione dedicata al piacere del giardinaggio, alla conoscenza delle piante e della loro cura, alla ricerca delle novità dell’arredo da esterno. Sarà una meta per tutti: per chi ama e pratica il verde, per chi ne è solo incuriosito e per chi, semplicemente, vuole fare una passeggiata rilassante tra profumi e colori.

Anche stavolta la manifestazione è organizzata dalla Pro Loco Mirano in collaborazione con il Comune e con il patrocinio della Regione Veneto.

L’evento ha come tema centrale, la Rosa, in omaggio all’antica tradizione veneziana della Festa del Bocolo, secondo la quale, proprio il 25 aprile, ogni innamorato regala alla sua amata un bocciolo di rosa rossa. Per questo, intorno a piazza Martiri e nelle vie adiacenti, saranno presenti importanti vivaisti specializzati, con una ricchissima offerta di rose antiche, da collezione, rose profumate e nuove varietà dei più famosi ibridatori internazionali.

Ma non ci saranno  solo rose. Selezionati espositori (oltre 120) offriranno le ultime novità fiorite per i vasi, arbusti e alberelli per i piccoli giardini, agrumi, rampicanti, perenni, aromatiche, piante per le zone ombrose, acidofile, bonsai, succulente.

E dopo la primavera, quando i bulbi di tulipani, narcisi e muscari saranno sfioriti, potranno essere sostituirli con i bulbi a fioritura estiva: gigli, agapanti, dalie, astilbe, canne che si troveranno in uno dei banchi tra i più forniti e curiosi d’Italia. Poi ortomania con pomodori rossi, gialli, neri; melanzane viola, bianche, striate; peperoncini di vari gradi di piccantezza; non occorre avere un campo per coltivarli, si possono far crescere anche nei vasi in terrazza.

Ci sarà una ricca proposta di casette, di arredi da giardino, di ombrelloni, tavoli, vasi… Le nuove idee per allestire gli spazi verdi saranno nella piazza nei giardini ricreati per l’occasione, tra cui quello dell’Istituto “8 Marzo/K. Lorenz”.

Come da tradizione al mattino si svolgeranno i concorsi di Vetrine in Fiore, Miglior Espositore e Miglior Giardino. Negli spazi della Barchessa di Villa Errera ci saranno le lezioni di acquerello per i bambini, per trasformare i bambini in futuri Monet.  Nel pomeriggio invece, sul palco davanti a Municipio concerto musicale dalle 15.30 e alle 18 saranno premiati i bambini che avranno partecipato al laboratorio di acquarello.

Chi verrà a Mirano non troverà solo Fiori, perché potrà visitare i parchi, le Ville Settecentesche, il duomo con la famosa pala del Tiepolo, e un momento di gratificante piacere nei ristoranti per degustare, i menù a base di erbe aromatiche, primizie di primavera e soprattutto con i prodotti stagionali del territorio.

Rispondi