Prima Pagina>Turismo>TRE LUOGHI INSOLITI DA VISITARE A LISBONA
Turismo

TRE LUOGHI INSOLITI DA VISITARE A LISBONA

La capitale portoghese è una città particolare e ricca di fascino che presenta innumerevoli luoghi insoliti che meritano una visita per conoscerne l’origine e la storia

Situata sulla sponda destra del Tago, Lisbona accoglie migliaia di visitatori desiderosi di esplorarla, per apprezzarne i monumenti, ma anche per fare il pieno di esperienze singolari. Lisbona infatti non è solo una bella città da visitare, quanto piuttosto un luogo in continua trasformazione, in cui capita di vivere esperienze bizzarre e ritrovarsi in situazioni insolite. 

Advertisements

Hospital de Bonecas
L’Ospedale delle Bambole era ed è un laboratorio artigianale e museo che si occupava di costruire, ma soprattutto

Advertisements
di riparare bambole e pupazzi.

Il laboratorio ha una storia antichissima, è stato aperto nel 1830 da una signora che si occupava di sartoria e abitava in Praca sa Figueria (dove ancora oggi si trova l’hospital). Vicino alla piazza c’era uno dei mercati più grandi della città, la signora si sedeva sull’uscio di casa sua e rammendava le bambole che le signore le portavano andando al mercato.

Il laboratorio esiste ancora ma chiaramente ha cambiato clientela, il target si è alzato molto e le bambole che vengono ospitate all’Hospital sono tutte bambole di valore che provengono da tutte le parti del mondo. E’ ormai da quasi due secoli punto di riferimento per cultori e collezionisti.
Generazioni di proprietari e collezionisti hanno fatto affidamento sull’Ospedale delle Bambole per riparare le loro amate bambole. Questi esperti nella riparazione di bambole e vestiti per bambole sono specializzati nel restauro di bambole vintage, ma anche le Barbie moderne fanno un’apparizione occasionale in ospedale. La proprietaria del negozio Manuela Cutileira tratta ogni bambola con la stessa riverenza e cura, indipendentemente dal loro significato storico.
Cutileira e la sua famiglia hanno aperto il museo per ospitare le loro collezioni personali di bambole. Con migliaia di bambole in mostra, si dice che sia una delle più grandi collezioni di bambole al mondo e offre uno sguardo unico sull’evoluzione delle bambole nel corso degli anni. Oltre al laboratorio c’è appunto un museo aperto al pubblico che si può visitare, l’Ospedale delle Bambole è un’esperienza unica che non verrà dimenticata presto.

Conserveira de Lisboa
Conserveira de Lisboa si trova nel centro di Lisbona e rimane fedele ai suoi principi: è un ponte credibile tra produzione e clienti. Mantiene l’essenza del commercio tradizionale, ottimizzando i suoi prodotti per soddisfare i suoi clienti; preservare un servizio personalizzato per tutti, lottare perché l’azienda rimanga in famiglia; uno sforzo quotidiano per preservare la registrazione dei suoi 3 marchi – Tricana, Minor e Prata do Mar; essendo un vero negozio tradizionale. La Conserveira de Lisboa era conosciuta come Mercearia do Minho ed è stata fondata nel 1930. Da allora, l’attività principale è stata il cibo in scatola perché uno dei suoi fondatori, Fernando da Silva Ferreira, era un rivenditore di questo prodotto. Ha iniziato la sua attività come dipendente e ha risparmiato abbastanza per acquistare poi 1/3 dell’azienda. Il negozio mantiene il suo aspetto originale con il caratteristico stile anni ’30. Il bancone principale, gli scaffali e l’ufficio non hanno subito modifiche. In altre parti del negozio sono state apportate piccole modifiche per offrire condizioni migliori ai lavoratori. Un lavoro sottile che ha fatto un’enorme differenza è stato il restauro e la conservazione dei vecchi annunci in vetro. Le frasi in esse contenute riflettono la pubblicità in Portogallo negli anni ’30.

 

Il quartiere LX Factory: la fabbrica della creatività di Lisbona

Nel quartiere di Alcântara a Lisbona risiede uno dei luoghi più cool della città: L’LX Factory, un complesso industriale del 1846 che nel 2008 è rinato come “fabbrica” di creatività ed esperienze. Oggi il complesso comprende più di 50 negozi, ristoranti, bar e spazi culturali. Atelier di moda e di design, spazi di coworking, librerie e discoteche convivono all’interno di antichi edifici restaurati e decorati con pezzi di arte urbana. Una città dentro la città che pulsa sotto il Ponte 25 de Abril, a pochi metri dal Tago. Il quartiere rappresenta la rinascita di un sito industriale di 23mila mq. Il ristorante Cantina sorge nell’ex mensa dei tipografi, sul soffitto del ristorante 1300 Taberna si rincorrono gli antichi condotti di areazione, il banco di Landeau Chocolate, che vende una delle migliori torte al cioccolato in città, è un vecchio archivio. È in assoluto il posto più indicato per capire in che senso “Lisbon is the new Lisbon. Nel weekend, oltre ai laboratori, ai locali, ai negozi e alle agenzie dei residenti, le bancarelle dell’LX Market bordano i sentieri e attirano soprattutto i giovani. Non c’è che dire, è sicuramente un luogo insolito nel quale andare per visitare una Lisbona diversa.