Oronce Finé (Oronzio Fineo), O caput elleboro dignum (Monde dans une tête de fou), 1590 | Courtesy of  gallica.bnf.fr / Bibliothèque nationale de France

Mondo – In tempi di ‘terrapiattisti’ c’è una sorprendente esposizione parigina alla Bibliothèque nationale de France (BnF François Mitterrand) che resterà aperta fino al 21 Luglio, Le Monde en sphères . La mostra, già presentata al Louvre Abu Dhabi nella primavera dello scorso anno, affronta un tema che da sempre ha affascinato e meravigliato l’umanità: la rappresentazione del mondo sferico, la grande avventura della cosmologia in 2500 anni di storia della scienza e delle diverse visioni e rappresentazioni del cielo e della terra, dall’antichità ai nostri giorni.

Un viaggio emozionante illustrato da 200 opere fra cui una quarantina di globi e sfere uniche al mondo e guidato da un approccio storico, scientifico, estetico e simbolico d’eccezione. Dal sistema geocentrico di Tolomeo, all’Ecumene greco, allo zodiaco, al mappamondo, alla cosmografia, al sistema eliocentrico di Copernico, ai planetari, ai globi educativi per il delfino di Francia del 1788, fino alle “visioni di un mondo sotto pressione” che dagli anni ’50 del XX secolo, dopo l’atterraggio del primo uomo sulla luna, ispira agli artisti una nuova rappresentazione del globo terrestre e dell’umanità.

Per saperne di più: https://www.bnf.fr/fr/agenda/le-monde-en-spheres

Fonte

Rispondi