Prima Pagina>Cinema>Minaccioni tra la satira e Ozpetek
Cinema

Minaccioni tra la satira e Ozpetek

 

(ANSA) ORTIGIA 18 LUG – Nessuna prenda sotto gamba Paola Minaccioni, perché dietro le sue molte maschere, Melania Trump, Giorgia Meloni, la giornalista Giovanna Botteri, la rumena e l’inviata Ilenia Pimpini Pimpozzi c’è di più.

Ovvero, un corto da regista, ‘Offro io’, il ritorno a settembre a Radiodue al Il ruggito del coniglio con nuovi personaggi e poi due film in uscita: ‘Tutta un’altra vita’ di Alessandro Pondi con Enrico Brignano, Ilaria Spada e Paolo Sassanelli e ‘Burraco fatale’ di Giuliana Gamba commedia brillante con al centro l’amicizia tra quattro donne interpretate da Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Caterina Guzzanti e la stessa Minaccioni.

E ancora nel futuro dell’attrice romana, la tournée in autunno con Ozpetek di ‘Mine vaganti’. Quel regista che gli ha regalato due ruoli drammatici vincenti: quello della malata terminale Egle, in ‘Allacciate le cinture'(Nastro d’argento) e, nel 2012, un Globo d’oro come miglior attrice per il ruolo di Maria in ‘Magnifica presenza’.
   

Rispondi