(ANSA) – CATANZARO, 21 GEN – Si apre la crisi politica al Comune di Catanzaro dopo l’inchiesta della Procura che vede indagati 29 dei 32 consiglieri, accusati di truffa per i gettoni di presenza delle commissioni. Forza Italia ha annunciato le dimissioni dei propri assessori e consiglieri(8), anche eletti in liste civiche.

Dimissioni che vanno ad aggiungersi a quelle di tre esponenti di minoranza – già protocollate – e che potrebbero fare concludere prima del previsto la quarta consiliatura del sindaco Sergio Abramo, prima vicino a Fi e adesso dato in avvicinamento alla Lega – Matteo Salvini è andato a trovarlo la scorsa settimana – eletto nel giugno 2017.

“Il clamore mediatico sull’inchiesta, per molti versi ingiusto e forzato da pregiudizi – afferma Fi – indebolisce il ruolo del Consiglio. Chi aveva il dovere di difendere Comune e Consiglio, mettendoci la faccia, non lo ha fatto, preferendo alimentare con il silenzio la falsa immagine di una ‘separazione’ dei ruoli, di un’Amministrazione fatta di buoni e cattivi”.
   

Fonte

Rispondi