Scatta il piano anti furti del Black Friday nei negozi e centri commerciali con il potenziamento del 50% dei servizi di vigilanza. Rischio taccheggio negli scaffali, un fenomeno che causa danni per 2,3 miliardi, di media 1 furto ogni 3 minuti

Scatta il piano anti furti del Black Friday nei negozi e centri commerciali con il potenziamento del 50% dei servizi di vigilanza. E’ quanto emerge da una stima dell’Unione europea delle cooperative Uecoop sulla base di un monitoraggio fra addetti del settore in occasione di questo fine settimana che proprio da venerdì 23 novembre inaugura la stagione del grande shopping delle feste. Un assalto che fa salire il rischio di taccheggio dagli scaffali, un fenomeno che ogni anno causa danni per 2,3 miliardi di euro con una media giornaliera che nelle ore di apertura – spiega Uecoop su dati Istat – viaggia al ritmo di 1 furto ogni 3 minuti. Sale quindi l’allerta con richieste di maggior personale per le oltre 3mila realtà che in Italia si occupano a vario titolo di servizi vigilanza, un comparto che coinvolge 70mila persone a livello nazionale. Nelle prime giornate degli sconti si prevede un giro d’affari di oltre un miliardo di euro con circa 180mila punti vendita coinvolti dove – spiega Uecoop – oltre 5 milioni di italiani entreranno per comprare qualcosa: 7 su 10 acquisteranno prodotti legati alla tecnologia e alla casa, c’è chi sfrutterà le offerte per viaggi a prezzi di saldo e il resto si orienterà su altre opzioni, dall’enogastronomia ai cosmetici, dal wellness ai libri, con una spesa media sopra i 100 euro. Dal Black Friday in poi – conclude Uecoop – si apre un momento di grandi opportunità per il commercio ma aumenta anche la pressione sia sulla movimentazione dei magazzini per le scorte di prodotti, sia sui servizi di vigilanza che devono essere sempre più professionalizzati per gestire con calma e competenza le esigenze dei negozi e degli stessi consumatori.

black friday

 

 Foto sotto: furti nei supermercati (altarimini,it) 

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *