Prima Pagina>Economia>Una laurea presa in un’università privata vale 6.500 euro di stipendio annuo in più
Economia

Una laurea presa in un’università privata vale 6.500 euro di stipendio annuo in più

Lo studio dell’osservatorio Job Pricing evidenzia i dati sugli stipendi lordi di chi arriva da Bocconi, Politecnico di Milano o Luiss rispetto a chi si è laureato in una facoltà pubblica. E le distanze aumentano dopo i 45 anni di età

Milano – Uno studio dell’osservatorio Job Pricing dimostra che avere una laurea conviene ancora. Per quanto riguarda infatti il reddito lordo annuo medio, i laureati superano di 11.900 euro i diplomati: 39.730 contro 27.849. Sarà un caso ma nei cosiddetti posti che contano troviamo soprattutto i laureati della Bocconi. Sono quelli che nei primi dieci anni di carriera guadagnano maggiormente: in media 35.500 euro lordi all’anno. Al secondo posto i laureati del Politecnico di Milano (32.905) e al terzo quelli della Luiss di Roma (32.870) mentre la media nazionale è di 30.480 euro lordi annui.

Le prime posizioni si modificano dopo i 45 anni di età. Qui la media (nel 2017) è di 49.427 euro lordi, ma la cifra di chi arriva dalla Bocconi è più alta (63.861) così come di chi arriva dalla cattolica (61.040) e dalla Luiss Guido Carli (58.892). Sembrerebbe dunque che chi ha studiato in un’università privata guadagna mediamente circa 6.500 euro all’anno in più rispetto alla media dei laureati nelle università pubbliche. 

One thought on “Una laurea presa in un’università privata vale 6.500 euro di stipendio annuo in più

  1. I laureati delle università private hanno prospettive di lavoro migliori non per merito dei rispettivi atenei, ma per il fatto che provengono da famiglie di livello socio – economico elevato. Di conseguenza, trovano facilmente lavoro mediante una rete altamente estesa di conoscenze e amicizie familiari.
    In merito alle università private italiane, è da notare che i rispettivi corsi di laurea sono quasi tutti di tipo economico e sociale (economia, giurisprudenza, lettere …); le lauree mediche e scientifiche sono poco rappresentate e i corsi di ingegneria sono pressoché inesistenti. La ragione è semplice: le lauree scientifiche e tecnologiche richiedono laboratori con attrezzature e software decisamente costosi.
    Ecco due link molto esplicativi:
    http://www.roars.it/online/laurearsi-in-una-universita-privata-avvantaggia-nel-mercato-del-lavoro/
    http://massimorosa.blogspot.it/2013/03/spam-business-school_6.html

Rispondi