Prima Pagina>Sociale>Giovane migrante iracheno in Turchia, in tram si toglie le scarpe e le regala a un bimbo scalzo
Sociale

Giovane migrante iracheno in Turchia, in tram si toglie le scarpe e le regala a un bimbo scalzo

Lo hanno ribattezzato “il pendolare eroe”. Lui risponde così: “Non posso vedere un bambino senza calzature o senza cappotto in una giornata fredda”. Il gesto ha commosso il mondo. C’è ancora speranza se l’altruismo vive in mezzo a noi

Gli angeli dei nostri tempi sono tutti coloro che si interessano agli altri prima di interessarsi a se stessi. Wim Wenders

Turchia – Muhammad al-Samaraie, iracheno, pratica gentilezza. A dirla così sembra ironico ma invece è la pura realtà. L’uomo è diventato celebre in Turchia perché ha compiuto uno dei gesti di buon cuore più belli di sempre, oltretutto nei confronti di uno sconosciuto. Muhammad ha 21 anni ed è un migrante iracheno, sul tram ha visto un bambino viaggiare senza scarpe e senza pensarci troppo, si è tolto le sue e le ha regalate al piccolo. L’immagine del 21enne che allaccia le scarpe al bimbo è diventata virale in rete.

Il gesto che ha commosso la Rete. Il giovane iracheno abita in Turchia da quattro anni con la famiglia. Stava viaggiando a bordo di un tram nella città di Samsun quando ha osservato che poco distante da lui c’era un bimbo scalzo, con molte probabilità un profugo siriano. Così, senza pensarci troppo, ma l’altruismo è fatto d’istinto, si è tolto le sue scarpe e le ha offerte al piccolo viaggiatore, restando ovviamente scalzo. “All’inizio non voleva accettare il dono – ha detto il 21enne al Daily Sabahma l’ho convinto dicendogli che abitavo vicino alla fermata e potevo arrivare a casa senza scarpe“.

La foto di Muhammad che si accuccia per allacciare le calzature al bimbo ha fatto il giro della rete ed è stata pubblicata anche dai quotidiani turchi, tanto che Al-Samaraie è stato ribattezzato “il pendolare eroe“. Il 21enne si è reso conto di essere diventato famoso solo quando al bar hanno chiesto un selfie con lui. “Ho domandato perché volevano farsi una foto con me e mi hanno detto di aprire il giornale, solo allora mi sono accorto che la mia faccia era su tutti i quotidiani“. E del gesto di altruismo dice: “Lo rifarei. Non riesco a vedere un bambino senza scarpe o senza cappotto in una giornata fredda

Rispondi