Prima Pagina>Regioni>Veneto>LETTERA APERTA AI BRIDGISTI DEL VENETO
Veneto

LETTERA APERTA AI BRIDGISTI DEL VENETO

03.06.2020 14:31

 

Advertisements

Buongiorno carissimi,

 

        Ci sentiamo in dovere di ricordarVi che il “Protocollo d’indirizzo per il contrasto e contenimento dei rischi da contagio da parte del virus SARS-CoV-2 della Covid-19 nella pratica dello sport bridge nella fase di allenamento dei propri tesserati” rappresenta, per il momento, solo il primo passo verso la completa riapertura delle nostre AA.SS.DD.

In base ad esso sono, ad oggi, permesse e legittime solo le attività di “Allenamento” presso le sedi dei nostri Circoli. Permane, quindi, l’assoluta esclusione dell’attività sportiva amatoriale ed agonistica e cioè sia dei

Advertisements
tornei di circolo quanto dei simultanei e, ovviamente, dei campionati (regionali e nazionali).

Queste attività potranno riprendere solo dopo la risoluzione delle problematiche sollevate in molte Regioni, tra le quali anche il Veneto, circa il divieto dell’uso delle carte da gioco imposto dai Governatori Regionali, e previa specifica delibera del Presidente Federale.

 

Dobbiamo tutti riconoscere che la Federazione sta lavorando con grande impegno per consentire in tempi rapidi e in assoluta sicurezza la ripresa del bridge giocato al tavolo che è ciò che più vogliamo tutti noi appassionati ma che, oggettivamente, comporta il superamento di parecchie problematiche peraltro mai incontrate prima.

 

Il CRV confida che il “Protocollo” di cui sopra – se pur decisamente incalzante in alcuni punti – non determini insormontabili aggravi economici per le nostre ASD e, in particolare, non causi uno sconforto tale da far perdere ad alcuni l’entusiasmo verso la pratica del nostro meraviglioso gioco-sport.

 

Il CRV tutto è convinto che questo, assai complesso e triste, periodo stia per essere superato e, una volta assorbiti gli effetti dei cambiamenti che certamente dovremo attuare, il nostro amato sport ne potrà uscire migliorato e ancora più forte.

 

Un caro ed affettuoso saluto confidando di poterci riabbracciare molto presto.

 

 

Abano Terme, 31 maggio 2020                             Il Presidente

                                                                            Rocco Quirino La Torre

 

Fonte

Rispondi